Italia paese di riserva della 36esima America’s Cup, che si terrà nei primi mesi del 2021 in Nuova Zelanda ed è stata presentata ad Auckland. Qualora – per qualsiasi ragione – i kiwi non fossero in grado di organizzare la celebre manifestazione, sarebbero dunque le acque italiane ad ospitare il prestigioso evento; un’ipotesi a dire il vero improbabile, ad oggi, ma è anche il segnale dell’ottimo rapporto tra il defender, Team New Zealand, e il Challenger of record, Luna Rossa, che hanno scritto insieme (per la seconda volta) il protocollo di gara.
Regalo da scartare sotto l’albero sarà come detto la Christmas Cup, appuntamento calendarizzato per Natale 2020, mentre la Vuitton Cup diventa Prada Cup e sarà a ridosso dell’America’s Cup: nel giro di poche settimane, in sostanza, si disputeranno entrambe.
Ancora da definire la formula delle regate, mentre è già certo che la barca in gara dovrà essere di 75 piedi (24 metri) e il fatto che gli equipaggi dovranno essere almeno per il 20% della nazionalità del team del quale difenderanno i colori.
Cagliari – come precisato dallo skipper Max Sirena – sarà la base di Luna Rossa per la prestigiosa avventura.