Beffata in Formula 1, ma in festa in altre categorie: la Ferrari ha vinto con una gara di anticipo il Campionato del Mondo Costruttori del FIA World Endurance Championship (WEC).
I punti decisivi sono arrivati nella 6 Ore di Shanghai che si è corsa domenica nella quale le due 488 GTE del team AF Corse sono giunte rispettivamente terza con Alessandro Pier Guidi e James Calado e sesta con Davide Rigon e Sam Bird.
Per la Ferrari si tratta del quinto titolo Costruttori WEC (2012, 2013, 2014, 2016, 2017) e complessivamente del 24esimo campionato riservato ai costruttori tra quelli disputati sotto l’egida FIA.
Il titolo conquistato in Cina si aggiunge ai sette Campionati del Mondo Marche centrati tra il 1953 e il 1961; alle tre edizioni dell’International GT Championship (1962, 1963 e 1964); ai quattro titoli Prototipi raccolti tra il 1963 e il 1972; ai tre campionati costruttori FIA GT (2006, 2007 e 2010) e alle due edizioni dell’Intercontinental Le Mans Cup (2010 e 2011).

GTE-Pro. Nella classe GTE-Pro la gara è stata difficile per entrambe le vetture. James Calado ha dovuto cedere una posizione nei primi giri alla Ford numero 66 di Olivier Pla, estremamente veloce sul rettilineo, mentre Davide Rigon ha perso due piazze, pagando a sua volta la poca velocità di punta della 488 GTE. La metà di gara iniziale è stata di sacrificio per l’auto 51 che è partita con gomme usate per poter avere gomme più fresche nel finale. Nelle prime due soste sono state cambiate solamente due pneumatici e soltanto allo scoccare della terza ora la 488 GTE dell’equipaggio che guida la classifica piloti ha potuto girare con quattro gomme nuove.
Più progressiva ma non troppo dissimile la tattica sulla vettura 71. Entrambe le 488 GTE nella seconda metà della corsa hanno iniziato a rimontare in classifica con la 51 che è risalita fino al quarto posto e la 71 al sesto.
Nel finale di gara una delle due Ford è andata in crisi con le gomme e Pier Guidi è riuscito a salire in terza posizione mentre Rigon ha chiuso sesto in scia all’Aston Martin di Marco Sorensen.
La vittoria è andata a Henry Tincknell e Andy Priaulx con la Ford numero 67, ma la festa è stata nel garage Ferrari del team AF Corse.