“Ho visto posti meravigliosi e colori unici, e ho respirato profumi difficili da spiegare”. Direttamente dal Sud America, sono le prime parole di Simone Zahami: il runner piacentino ha centrato l’obiettivo di concludere la durissima RacingThePlanet: Patagonia e, ancora prima di preparare i bagagli per il rientro in Italia, ha inviato a Sport Tribune le prime foto della gara. 
“La gara – il suo primo commento – è andata bene: mi sono classificato 165esimo su 350 partecipanti nella classifica generale, mentre tra gli italiani sono arrivato terzo!”
. Un ottimo piazzamento, quindi, per il 49enne personal trainer che  – oltre alle pluriennali esperienze nell’atletica leggera, nel nuoto e nelle arti marziali – ha al suo attivo ben tre partecipazioni alla Marathon des Sables che si corre nel Sahara marocchino.
Per tutti i dettagli dell’esperienza in Patagonia, tornate a visitare il nostro sito: nei prossimi giorni troverete il punto di vista privilegiato di un partecipante ad una gara che – lo ricordiamo – constava di 250 km di corsa a piedi da completare in sette giorni in autosufficienza alimentare, tra le Ande, con temperature tra i -7 ed i +12 gradi centigradi.
La RacingThePlanet: Patagonia conclusa poche ora fa era la decima edizione della Roving Race, partita da Bariloche. 350 i partecipanti all’appuntamento che dal 2008 si è aggiunto ai quattro eventi fissi della 4Desert che, a partire dal 2003, vengono sempre disputati nel deserto di Atacama in Cile, nel deserto di Gobi in Cina, nel Sahara egiziano e in Antartide. La sempre diversa RacingThePlanet Ultramarathon è arrivata nella affascinante Patagonia dopo aver toccato Vietnam (2008), Namibia (2009), Australia (2010), Nepal (2011), Giordania (2012), Islanda (2013), Madagascar (2014), Ecuador (2015) e Sri Lanka (2016).
Ad attendere gli atleti in questa durissima sfida sono state steppe aride, praterie, deserti, laghi e fiumi, insieme ad una enorme varietà di fauna selvatica che comprende tra l’altro cervi, armadilli, volpi e puma. Un contesto ambientale tra i più variegati ed impegnativi al mondo, con tappe di varia lunghezza e su altimetrie diverse.