Il celebre detto “L’Epifania tutte le feste si porta via” viene smentito. Almeno a Torino e per gli ortodossi, per loro è Natale e la Fiat Torino si farà un bellissimo regalo conquistando le Final 8 di Coppa Italia che si disputeranno a Firenze. Dentro il PalaRuffini, si gioca una partita di basket che, per i padroni di casa, significherà prolungare di un giorno i festeggiamenti. Ma partiamo dall’inizio.  La Fiat Auxilium Torino affronta la capolista Germani Brescia dopo la convincente vittoria contro il Bayern Monaco in Eurocup. L’occasione è speciale. Non c’è nemmeno un posto libero e nelle prime file ci sono alcune celebrità tra cui la sindaca Appendino. È un giorno importante. Si respira l’aria umida della giornata da non dimenticare. L’umidità, in realtà, è colpa della pioggia che cadeva, senza sosta, dalla mattina. Ovviamente non dentro il PalaRuffini. L’arbitro lancia in aria il pallone e Okeke, con un guizzo, la tocca e gira a Garrett. La partita nei primi, primissimi, minuti mantiene un risultato quasi calcistico. 2 a zero per Brescia. Difese ottimamente schierate e ogni pallone vacante conquistato con grinta e determinazione. Ma, c’è sempre un ma quando meno te lo aspetti, arriva la palla a Sasha Vujacic in posizione interessante per la tripla e lui sorprendendo tutti fa un passaggio dietro la schiena trovando Garrett così libero che decide di tentare il tiro da 3. La palla entra. Il palazzetto esplode e il risultato viene ribaltato. Patterson è in giornata di grazia e riesce a fare punti a ripetizione. Arriverà a 22, Vujacic a 15 e  Garrett a 14. A parte loro tre, anche gli altri giocatori faranno il loro dovere sul campo. E sempre rimanendo in tema di tre, bellissimi quelli che segnerà Jones sulla sirena, come nei migliori racconti di sport. Germani Brescia è primo in classifica e dimosta di avere giocatori di talento ma, come detto prima c’è sempre un ma, oggi non è giornata anche se la fetta di pubblico del settore ospiti fa sentire la sua voce e Moss e compagni venderanno cara la pelle. Soprattutto nel terzo e quarto quarto. Sasha Vujacic però, a un certo punto della partita, dopo aver aizzato il pubblico, fatto una tripla e conquistato un tiro libero, indica il parquet e grida: “Qui non si passa!”. Ed è così convincente che pubblico, compagni e avversari ci credono. Ci credono davvero tutti. I giallo blu sembrano aver imposto lo stesso blocco del traffico che ultimamente a Torino capita spesso. Brescia non riesce a rientrare in partita anche se ci ha provato. Forse, oggi, è arrivato con un Euro 4, diesel.

 

FIAT TORINO – GERMANI BRESCIA 95-86

Torino Garrett 14, Parente ne, Vujacic 15, Poeta 4, Stephens ne, Patterson 22, Washington 9, Okeke 6, Jones 3, Mazzola 10, Iannuzzi 12; all. Banchi
Brescia Moore 12, Hunt 11, Luca Vitali 2, Landry 16, Ortner 4, Veronesi ne, Traini ne, Michele Vitali 10, Moss 22, Sacchetti 7, Bushati 2, all. Diana 7