All’anagrafe è Dan Bilzerian, ma tutti lo conoscono come il “Re di Instagram”.

Trentasettenne di origini armene, è uno dei personaggi più discussi e controversi usciti dai social. Figlio di Paul Bilzerian, specialista in acquisizioni aziendali, condivide col fratello Adam la passione per il poker: entrambi sono giocatori professionisti. Solo che a differenza di quest’ultimo, la bella vita ha su di lui un fortissimo ascendente.

La sua carriera inizia al World Series of Poker 2009, dove si classifica 180esimo. Passa un anno e il magazine specializzato Bluff lo decreta su Twitter come uno dei massimi esponenti e anche uno dei più divertenti. La dedizione al tavolo verde non si sposa però bene col suo carattere. Nel novembre 2011, insieme ad altre personalità come gli attori Tobey Maguire e Nick Cassavetes, viene chiamato a restituire le vincite ottenute avvalendosi dello schema Ponzi. Le persone truffate provano a rivalersi nei loro confronti, in quanto l’ideatore Bradley Ruderman finisce in prigione.

La cronaca scandalistica inizia a conoscere il lato ribelle di Bilzerian, che sempre nello stesso anno, assume le difese di Alex Rodriguez, allora stella dei New York Yankees, accusato di gioco d’azzardo illegale. Eco mediatico che prova a cavalcare aprendo un profilo su Instagram, dove dà libero sfogo alle sue passioni: donne, supercar, animali esotici, case sfarzose e armi.

Trovata pubblicitaria fino ad un certo punto: nel 2000 partecipa al programma d’addestramento per entrare nel corpo militare Navy Seal, mai concluso. Stando a insistenti voci, sarebbe stato espulso per una “violazione della sicurezza sul campo di tiro”. Un nightclub di Miami lo caccia nel 2014 per aver preso a calci in faccia la modella Vanessa Castano. Anno movimentato anche dalla disputa legale contro la 18enne pornostar Janice Griffith, dopo un servizio fotografico finito male. Anziché tuffarla da un tetto dentro una piscina, la ragazza precipita a bordo vasca, infortunandosi.

È il dicembre 2015 quando Bilzerian viene arrestato, con l’accusa di aver costruito bombe. Episodi controversi che a quanto pare sono una specialità di famiglia. Il padre Paul fu condannato per operazioni illecite durante gli anni Ottanta.

Ad oggi Dan ha un patrimonio di 150 milioni di dollari. Fallita la carriera in politica (candidato alle Elezioni Presidenziali 2016), alterna al ruolo di investitore apparizioni sul grande schermo, chiamato come attore protagonista per numerosi film.