Si accende l’attesa per la decima edizione della 151 Miglia, un evento che promette di battere i già significativi record di partecipazione e gradimento che ne caratterizzano la breve quanto intensa storia.

151 Miglia Trofeo Cetilar 2018

Quella che in molti già definiscono la “regata dei record” prenderà il via, con il nome di 151 Miglia-Trofeo Cetilar, il 30 maggio 2019 sulla rotta Livorno/Marina di Pisa/Giraglia/Formiche di Grosseto/Punta Ala.

Non è un caso che il claim di quest’anno sia #151da10, come le edizioni e come il voto simbolico – concretizzatosi negli anni in una presenza massiccia e costante di velisti e barche, ben 198 in acqua l’anno scorso – che gli appassionati di vela hanno riservato all’evento organizzato da un Comitato formato da Yacht Club Punta Ala, Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e Yacht Club Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, Marina di Punta Ala e dello storico partner PharmaNutra.

Tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts, e del Trofeo Arcipelago Toscano, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar partirà nel pomeriggio di giovedì 30 maggio al largo tra Livorno e Marina di Pisa. Si concluderà come di consueto a Punta Ala, dove sabato 1 giugno è in programma l’ormai celebre serata di gala in riva al mare. Due i Trofei Cetilar in palio: per il primo sul traguardo in tempo reale e per il vincitore overall del raggruppamento più numeroso tra ORC International e IRC.
Il week end che precede la regata (25-26 maggio), il Porto di Pisa sarà invece teatro di una serie di eventi e attività collaterali targate 151 Miglia, da 151 Bimbi a vela, alla corsa podistica 15.1 Run, fino ad altri appuntamenti che saranno comunicati più avanti.

Roberto Lacorte a bordo della sua Supernikka

Deus ex Machina di tutta l’operazione è Roberto Lacorte, imprenditore farmaceutico “prestato” al Motorsport e alla vela che abbiamo già avuto il piacere di raccontare qualche tempo fa (leggi QUI l’intervista).

«Siamo arrivati alla decima edizione e quelle che abbiamo vissuto sono state delle 151 Miglia molto intense, magnifiche, con grandissimi risultati, numeri straordinari e tanto consenso», ha dichiarato Lacorte, che ha invitato tutti gli armatori di barche d’altura a partecipare a quella che «sarà una 151 Miglia speciale, la più bella di sempre».

Dello stesso tenore le parole di Alessandro Masini, che non ha mancato di evidenziare gli sforzi organizzativi di circoli e sponsor per riuscire a garantire sempre un alto livello organizzativo, una delle caratteristiche principali della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, e di Gian Luca Conti e Gianluca Romoli, che hanno sottolineato l’importanza della 151 Miglia nel panorama delle regate in Mediterraneo, nonché la continua e costante attività del Comitato Organizzatore per 365 giorni l’anno.

Matteo Mathieu, in rappresentanza dello sponsor PharmaNutra, presente nel mondo dello sport a 360° attraverso il suo brand Cetilar (tra le altre cose Title Sponsor del Parma Calcio in Serie A), ha infine confermato anche per l’anno prossimo la partnership con la regata, evidenziando lo stretto legame tra PharmaNutra e la 151 Miglia.

151 Miglia Trofeo Cetilar 2018

Armatori e comandanti sono quindi al lavoro per formare l’imponente flotta che da giovedì 30 maggio darà vita all’edizione più attesa nella breve ma intensa storia della 151 Miglia. Un evento che è diventato subito l’appuntamento clou della stagione di regate del Mediterraneo e che anche quest’anno intende superare il record stabilito nel 2018 con 218 barche iscritte.

Come già emerso durante la presentazione avvenuta a settembre nell’ambito del Salone Nautico Internazionale di Genova, la decima edizione si preannuncia ricca di novità. In primis l’arrivo di due importanti e prestigiosi partner come TAG Heuer e North Sails, rispettivamente official time keeper e technical sponsor, che si affiancano quindi a Cetilar® e Rigoni di Asiago. Inoltre, c’è un nuovo record in tempo reale da battere (15 ore, 30 minuti e 45 secondi), stabilito l’anno scorso da Pendragon VI di Nicola Paoleschi, che rappresenta una sfida entusiasmante per molti equipaggi.

www.151miglia.it