Spingersi oltre i limiti, essere ambiziosi, ampliare gli orizzonti pur rimanendo sempre legati alle proprie origini. Sono solo alcuni dei punti che uniscono due eccellenze olandesi: Max Verstappen, giovane promessa della Formula, e il marchio di abbigliamento G-Star RAW.
Fin dalla nascita dell’azienda, nel 1989, il brand ha portato avanti una linea riconoscibile e un obbiettivo chiaro: essere i principali sostenitori del denim di lusso per le strade. Un lavoro a più livelli che unisce l’ormai apprezzatissimo urban style, con il valore intramontabile del denim e la qualità di un prodotto di rilievo.
Max Verstappen si detto entusiasta di iniziare questa collaborazione, promettendo ai suoi tantissimi tifosi tante sorprese.

«Sono sempre stato un fan del marchio, quindi è stato molto facile familiarizzare con il DNA del marchio G-Star. Inoltre mi piace molto il fatto che condividiamo le radici olandesi, ma operiamo a livello globale e continuiamo a spingere per crescere».

La prima di queste sorprese è già stata annunciata e presentata: la collezione in edizione limitata firmata dal pilota numero 33. I capi, disponibili su G-Star.com e nei negozi monomarca G-Star in tutta Europa, sono un mix vincente di grinta e stile.

La collezione

La collezione appena lanciata si chiama MAXRAW, nome capace di unire le due anime del prodotto soprattutto a livello grafico. Il logo scelto è infatti un intreccio bidirezionale delle parole Max e Raw, con una maggiore evidenza sulla lettera X. È proprio questo terzo elemento a unire il tutto, con il suo colore e il significato nascosto. Indica la collaborazione, l’unione dei due, ma il colore arancione evidenzia anche le stesse origini olandesi.

La linea scelta dal ragazzo appare subito perfetta per rappresentarlo: semplice, giovane, sportiva. Bomber con grandi tasche in stile militare, jeans elastici e di grande qualità, classiche magliette e felpe con zip.
Il logo di MAXRAW è applicato su tutti i capi in posizioni differenti ma sempre inclinato: simbolo della velocità, tratto caratteristico di Verstappen. Tra i colori spicca il blu, che ricorda subito la Scuderia Red Bull, e l’arancione, simbolo dell’Olanda e tonalità identificative per i fan del giovane Max.

G-Star non è nuovo a collaborazioni speciali ed edizioni limitate. Prima di Max infatti il marchio olandese aveva già lavorato con personalità del calibro di Pharrell Williams, oggi co-proprietario dell’etichetta Denim, e di Jared Smith. 

L’avventura con Verstappen rappresenta però una nuova sfida per l’azienda. A confermarlo è Rob Schilder, CEO G-Star RAW: «Come un vero erede, Max è stato addestrato e curato fin dall’infanzia per regnare sulla Formula 1 e ha stupito il mondo rompendo numerosi record in questo viaggio in corso. Siamo orgogliosi ed entusiasti di lavorare con lui perché riconosciamo i nostri valori di marca nella sua mentalità ambiziosa e nella sua costante attenzione».
Dopo Jumbo, Ziggo ed Exact anche G-Star si aggiunge all’immagine del pilota ventunenne della Scuderia Red Bull, aprendo nuove possibilità per un futuro già brillante.