Che i calciatori siano delle vere e proprie aziende ambulanti, ormai, non è più una novità. Ma che si preoccupino prima degli sponsor rispetto ai club e ai tifosi, questo forse è un atteggiamento introdotto da Neymar Jr.

Il mondo del pallone è con il fiato in sospeso per il trasferimento più oneroso della storia e il diretto interessato cosa fa? Si preoccupa di postare sui suoi canali social il nuovo spot dell’orologio per il quale è diventato testimonial.

Con un contratto fino al 2020, firmato all’inizio dell’anno, il fuoriclasse brasiliano, ormai ex attaccante del Barcellona è diventato ambasciatore di un brand meneghino. “Una scelta che nasce da un vero apprezzamento e da un’affinità di gusti e stile tra Neymar e GaGà Milano” ha scritto sul sito il marchio.
La passione di Neymar per questi orologi è nata lo scorso anno quando all’improvviso, tra lo stupore di tutti, si è presentato nella boutique GaGà Milano a Tokyo e ha fatto acquisti per ben 20,000,000 yen. Ha comprato 16 orologi da polso e 5 accessori, lasciando l’intero staff a bocca aperta E si è ora trasformata in una collaborazione a tutti gli effetti..

Il trasferimento monstre dell’erede di O Rei

E così proprio oggi, mentre tutti si aspettavano il clamoroso passaggio al Psg, lui ha pubblicato la pubblicità che lo vede protagonista della nuova comunicazione del brand.
Soprannominato O Ney dai tifosi per assonanza al soprannome di Pelé, O Rei, a cui viene paragonato, Neymar è considerato uno dei maggiori talenti del calcio mondiale.
Dopo una lunga trattativa e un occhio di riguardo per gli sponsor arriverà a breve anche l’ufficialità: si trasferisce al Psg alla corte di Emery per una cifra monstre: 222milioni di euro, 30 milioni annui e 600 complessivi.
E’ un punto di svolta per il calciomercato mondiale, come lo furono i trasferimenti, tra gli altri, di Maradona, Zidane, Ronaldo e Pogba. Ma loro, almeno, si preoccuparono prima di firmare e poi dei marchi che li sostenevano. Per questo, forse, Neymar rappresenta il punto di non ritorno dello scollamento tra calciatori, club e tifosi.